Pubblica un annuncio di lavoro

Cosa fa un
Insegnante di Scuola Primaria?

Clicca qui per vedere tutti gli annunci per Insegnante di Scuola Primaria su neuvoo.it.
Altri nomi utilizzati per questa posizione: Insegnante di sostegno, Coordinatore didattico, Insegnante di scuola dell’infanzia, Educatore, Mediatore culturale, Psicologo dell’apprendimento, Neuropsichiatra, Logopedista, Psicomotricista, Dirigente scolastico

Descrizione

L'Insegnante di Scuola Primaria contribuisce alla socializzazione e alla prima alfabetizzazione culturale dei bambini tra i 6 e gli 11 anni nell'ambito dell'istruzione obbligatoria attraverso la formazione e lo sviluppo cognitivo e psicologico individuale, nel rispetto delle diversità individuali. Attraverso un lavoro di alfabetizzazione e promozione dello sviluppo di capacità logico-relazionali e di orientamento nello spazio e nel tempo facilita l’acquisizione di conoscenze e abilità di base nell'ambito della lingua italiana, dell’inglese, dell’informatica, della matematica, delle metodologie scientifiche relative allo studio del mondo naturale. Dedica un’attenzione specifica all'educazione ed ai principi fondamentali della convivenza civile.


L'Insegnante di Scuola Primaria svolge la sua attività prevalentemente nelle scuole statali o paritarie, o a volte in altre strutture educative.[1]

Principali Responsabilità

Ecco una lista parziale, non esaustiva, di alcuni dei compiti più comuni per un Insegnante di Scuola Primaria.


  • Preparare e presentare agli studenti materiale didattico, attenendosi al programma prestabilito.
  • Rivedere il programma didattico-educativo e sviluppare approcci diversi alle lezioni per facilitarne l'apprendimento:
  • identificare le necessità individuali di apprendimento e comportamentali degli studenti;
  • rispondere tempestivamente alle diverse esigenze, al temperamento ed alle abilità degli studenti;
  • aiutare studenti e genitori con diverse strategie e fornendo ulteriore assistenza con l'assegnazione di compiti quotidiani e progetti, in base alle necessità;
  • preparare ed applicare programmi di recupero per studenti che richiedono ulteriore aiuto.
  • Garantire lo sviluppo personale e sociale degli studenti:
  • offrire strumenti concreti e discutere strategie per migliorare le capacità di leadership, la gestione dello stress, la sicurezza di sé, le capacità decisionali e le abilità interpersonali e comunicative;
  • facilitare la risoluzione dei conflitti tra gli studenti, ed insegnare loro come agire in tal caso;
  • collaborare con professionisti esterni (ad esempio psicologi, logopedisti ed assistenti sociali) per assistere e supportare al meglio studenti con disturbi mentali o comportamentali;
  • segnalare ogni situazione di abuso alle autorità competenti, siano questi di natura sessuale, psicologica, fisica, emotiva o verbale (bullismo e maltrattamenti).
  • Utilizzare diverse tecniche di insegnamento:
  • aiutare gli studenti ad esprimere se stessi, ascoltandoli e rispondendo loro con domande e commenti che possano estendere la conversazione;
  • migliorare il comportamento degli studenti spiegando loro quali sono le buone abitudini da adottare.
  • Coordinare iniziative didattiche esterne alla scuola che promuovano lo sviluppo fisico, mentale e sociale.
  • Preparare, assegnare e correggere test, quiz e verifiche (interrogazioni orali e progetti di gruppo), così come assegnare e correggere i compiti a casa:
  • assegnare voti, creare relazioni di avanzamento, e condurre colloqui con i genitori per discutere i risultati degli esami, così come le difficoltà comportamentali e di apprendimento;
  • mantenere registri accurati dei progressi individuali degli studenti per assicurarsi che questi raggiungano gli obbiettivi stabiliti.
  • Partecipare attivamente a tutti gli aspetti del programma scolastico, dimostrando la volontà di partecipare alle attività extracurricolari.
  • Garantire il rispetto dei criteri operativi, inclusi gli standard di salute e sicurezza.

Attività Quotidiane

  • Preparare e presentare lezioni attinenti al programma didattico-educativo.
  • Rivedere ed adattare/personalizzare il programma di insegnamento, se necessario.
  • Preparare, assegnare, correggere e valutare compiti a casa e verifiche.
  • Tenere traccia dei progressi degli studenti.
  • Comunicare con genitori, studenti e colleghi insegnanti per fornire feedback sul lavoro svolto, strategie educative e sviluppare ed aggiornare i programmi didattici.
Stipendio
0 €

La ricerca Insegnante di Scuola Primaria non ha prodotto alcun risultato in termini di stipendio.

Suggerimenti di ricerca:

- Prova con parole più generiche
- Controlla l'ortografia
- Sostituisci le abbreviazioni con la parola intera

0 €
0 €
0 €
Differenza nello stipendio in base alla località
Competenze e Qualifiche Richieste
  • Ottima formazione accademica e preparazione professionale.
  • Ottime doti interpersonali e comunicative:
  • comunicare in modo chiaro e deciso, sia in forma scritta che orale, al fine di trasmettere la conoscenza e dare istruzioni dettagliate agli studenti;
  • dimostrare una profonda conoscenza del linguaggio e l'abilità di insegnarlo;
  • avere tatto, pazienza e buonsenso nel comunicare con studenti, genitori e colleghi, per mantenere relazioni professionali efficaci e collaborative;
  • essere ottimi ascoltatori e saper identificare facilmente esigenze e difficoltà degli alunni (ad esempio difficoltà di apprendimento o comportamentali);
  • saper lavorare in squadra.
  • Grande senso di empatia e compassione:
  • dimostrare sensibilità verso le necessità individuali degli studenti;
  • dimostrare un'innata capacità di prendersi cura degli altri;
  • saper lavorare in un ambiente multiculturale, mostrando considerazione e rispetto verso studenti e famiglie di diverse culture, abilità ed estrazione sociale.
  • Eccellenti abilità di gestione della classe ed organizzative:
  • strutturare e personalizzare strategicamente il programma didattico;
  • stabilire le priorità e pianificare le attività ottimizzando i tempi, affrontando grandi carichi di lavoro;
  • essere multitasking; saper lavorare sotto pressione in un ambiente dinamico e frenetico.
  • Atteggiamento ottimista, positivo, entusiasta e grande capacità di motivare il prossimo.
  • Grande creatività, spirito d'iniziativa, flessibilità, reattività, ed ottime capacità di leadership:
  • sapersi adattare ad esigenze diverse;
  • usare creatività ed immaginazione per sviluppare nuove idee ed applicare nuove soluzioni ai problemi;
  • saper stabilire sane relazioni adulto-bambino.
  • Grandi capacità tecnologiche ed abilità nell'applicarle come strumento di supporto all'apprendimento.

Oltre a possedere le qualità sopraelencate, gli Insegnanti devono dimostrare profonda conoscenza e comprensione delle pratiche attuali di insegnamento e valutazione; così come l'abilità di insegnare tutte le materie a livello elementare, tramite strategie di supporto all'alfabetizzazione. Devono inoltre attenersi al rispetto delle norme relative ai programmi didattico-educativi (ad esempio procedure e politiche scolastiche, norme e legislazioni provinciali e statali).


In Italia l'unico percorso formativo possibile per diventare Insegnanti di Scuola Primaria è il Corso di Laurea a ciclo unico di 5 anni in Scienze della Formazione Primaria. Scienze della Formazione Primaria è un corso di laurea a numero programmato, definito secondo il fabbisogno regionale annuo di docenti delle scuole dell’infanzia e primaria, in base alla stima del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca, al fine di favorire l’inserimento lavorativo di quanti conseguono la laurea magistrale in Scienze della Formazione Primaria.


Uno dei possibili canali di avvicinamento e conoscenza della professione è costituito dal tirocinio formativo previsto dall'ordinamento degli studi dei singoli corsi di laurea. Attraverso questa esperienza , l’aspirante Insegnante di Scuola Primaria può rendersi conto delle competenze richieste, delle attività concrete in cui si sviluppa la professione e delle condizioni di lavoro nelle quali si esercita il ruolo. L'inizio della carriera è caratterizzato dal ricoprire incarichi temporanei per la sostituzione di docenti (supplenze). Questo periodo può anche durare diversi anni e possono susseguirsi incarichi di supplenza in diverse scuole, intervallati anche da periodi di inattività durevoli. Nelle scuole paritarie, l’inserimento può avvenire in maniera più diretta, attraverso l’incarico di ruolo, preceduto tuttavia da un periodo di durata variabile, caratterizzato da incarichi a tempo determinato e supplenze.[2]


Gli Insegnanti di Scuola Primaria devono essere flessibili ed orientati all'innovazione e al cambiamento. Spesso è richiesto loro di svolgere il lavoro oltre gli orari scolastici, per correggere compiti, partecipare a riunioni ed udienze con i genitori o partecipare alle gite.

Offerte di Lavoro
Al momento ci sono 6 offerte di lavoro per la posizione di Insegnante di Scuola Primaria su neuvoo.it. Qui sotto puoi trovare la lista degli annunci disponibili per le aree metropolitane più popolate in Italia
Referenze